L'Europa mette alla prova il futuro della mobilità aerea urbana
Giovedì, 21 gennaio, 2021

La presenza nelle nostre città di aerotaxi, droni per la consegna di merci o sistemi senza pilota per le emergenze è sempre più vicina ad essere una realtà. La mobilità aerea urbana (UAM) ci aiuterà a creare città sempre più sostenibili e smart.

Con questo obiettivo all’orizzonte, è stato appena lanciato AMU-LED, un progetto H2020 dell’Unione Europea il cui scopo principale è quello di dimostrare l'integrazione sicura di diversi tipi di operazioni con droni nel cielo delle nostre città.

Si tratta di un'iniziativa ambiziosa, della durata di due anni, con l’obiettivo di realizzare nel 2022 una delle più grandi dimostrazioni di servizi di mobilità con veicoli aerei in ambiente urbano. A tale scopo sono stati scelti diversi scenari in tre diversi paesi: Santiago de Compostela in Spagna, Cranfield nel Regno Unito, Amsterdam e Rotterdam nei Paesi Bassi.

In totale, il progetto coinvolge 17 diverse entità in Europa e negli Stati Uniti. Coordinato da everis, il consorzio è costituito da soggetti molto importanti all'interno del settore: Airbus, AirHub, Altitude Angel, ANRA Technologies, Boeing Research & Technology-Europe, FADA-CATEC, Cranfield University, EHang, ENAIRE, Gemeente Amsterdam, INECO, ITG, Jeppesen, NLR, Space53 e Tecnalia.  

Oltre 100 ore di volo in ambiente urbano

Le esercitazioni previste all'interno di AMU-LED comprendono più di 100 ore di volo che combinano diversi sistemi aerei senza pilota e contemplano diversi scenari, casi d'uso e applicazioni. Questo consisterà in operazioni di aerotaxi, trasporto e consegna di merci e attrezzature mediche, ispezione delle infrastrutture, sorveglianza di polizia e supporto a servizi di emergenza.

Attraverso test reali e simulazioni, il progetto esplorerà e dimostrerà i benefici della decongestione stradale attraverso la mobilità aerea, nonché i miglioramenti nel trasporto di persone e merci, la riduzione e flessibilità dei tempi di viaggio e la diminuzione di inquinamento e incidenti stradali. 

Grazie ai dati ottenuti dai diversi test, AMU-LED sarà in grado di fornire informazioni molto preziose alle autorità di controllo come l'EASA, con l'obiettivo di contribuire allo sviluppo e all'istituzione di leggi e regolamentazioni nel campo della mobilità aerea urbana.

Un impegno per l'evoluzione della gestione del traffico aereo

AMU-LED è un progetto H2020 dell'Unione Europea inquadrato nella SESAR Joint Undertaking (convenzione di sovvenzione n. 101017702). L'obiettivo di SESAR è garantire la modernizzazione della gestione del traffico aereo in Europa, dove la mobilità aerea urbana (UAM - Urban Air Mobility) è un elemento chiave. Ciò richiede la creazione di nuovi concetti e regolamenti per progettare, strutturare e industrializzare un sistema che sia anche sostenibile e interoperabile con il traffico aereo attuale.

Il team completo e multidisciplinare di professionisti di AMU-LED comprende esperti in soluzioni per il traffico aereo, simulazioni e operazioni con droni, centri di ricerca tecnologica, enti normativi ed esperti di test e dimostrazioni.