Reinventare i modelli di business e le nuove tecnologie, punti chiave per il post-Covid19
Mercoledì, 03 giugno, 2020

everis ha recentemente pubblicato i risultati dall'ultimo report su come l'attuale pandemia ha influenzato l'economia in diversi mercati. Attraverso questo debriefing, la società ha analizzato le conseguenze che la crisi di Covid-19 genererà, stilando una proposta su come gestirla.

Il report analizza in che modo la pandemia ha influito in una prospettiva globale, esaminando paesi con schemi simili ma con gradi diversi di impatto e velocità di contagio. 

Risultati economici per le potenze mondiali 

Secondo il report, la velocità della contrazione del PIL sono su una scala senza precedenti. Potrebbe registrare una perdita del 20% e una diminuzione totale tra il 9-15% rispetto al 2019. Le economie non sono in grado di resistere a lunghi periodi di inattività e l’impatto diretto sui tassi di disoccupazione è aumentato di 4- 6 volte a causa di licenziamenti temporanei. I mercati azionari hanno anticipato la crisi con cali tra il 30 e il 40%.

Inoltre, la ripresa è prevista come lenta, in forma U o L, dato che con contrazioni del PIL inferiori al 4% non si riprende mai in V. 

Riavvio a giugno con diversi scenari pandemici da considerare

Il report mostra che le economie devono agire sempre considerando scenari di ripartenza multipli. L'evoluzione della pandemia sarà influenzata da quattro vettori principali (vaccini, profilassi, immunità di gruppo e propagazione) che spingono a stabilire 3 scenari di ripresa economica:

Primo scenario: Piccola ripresa che avverrà lungo giugno per stabilizzarsi ad agosto e raggiungere la normalità a novembre. Questa piccola rinascita sarebbe causata dalle misure di sblocco.

Secondo scenario: Ripresa rilevante. L'inizio di una nuova ondata di malattie avrà luogo in agosto, per stabilizzarsi a novembre e raggiungere la normalità nel gennaio 2021.

Terzo scenario: provocato da una continua pandemia. Questa visione rivela che ci sarà una ripresa periodica.

Quattro driver per la ripresa economica

Il report evidenzia quattro settori che occupano un ruolo da protagonista nel processo di ripresa economica: turismo, public agile, investimenti ed exports. Dopo il primo round di investimenti destinato a soddisfare la crisi e proteggere l'economia, è previsto un secondo round. Quest'ultimo round dovrebbe essere incentrato sulla promozione e lo sviluppo di settori chiave. I consumi domestici, sostenuti dal turismo, riattiveranno l'economia con il riavvio di queste industrie. Le esportazioni, d'altro canto, contribuiranno a rinvigorire le industrie manifatturiere.

Daniel Úbeda, Partner everis, afferma che “per mitigare questa crisi le aziende devono essere innovative, ristrutturare le proprie attività ripensando il modello, ridisegnare le organizzazioni e ridimensionare le risorse per competere nel cosiddetto "next normal" post Covid 19.”

Úbeda ritiene che "sia assolutamente necessario creare nuovi prodotti e servizi digitali, nonché attrarre nuovi partner o cercare sinergie con altre società. Ridisegnare l'intera organizzazione per renderla più flessibile è un modo per aggiungere nuove funzionalità, in particolare quelle relative a Business Analytics e Strategia dati. Ciò consentirà di bilanciare le risorse nelle aree necessarie e rafforzerà il processo decisionale basato sui dati".